I soggetti che vivono un disturbo schizoide mostrano un’espressione delle emozioni estremamente limitata ed un marcato distacco dalle relazioni sociali; non provano nessun desiderio di stabilire delle relazioni significative ma nel profondo è presente una forte contraddizione tra l’autonomia e l’indifferenza di superficie e ciò che vivono invece nella loro fantasia, dove si costruiscono un mondo tutto personale di sentimenti e relazioni.

In sintesi è come se queste persone avessero una pelle più sottile degli altri, cosa che li rende maggiormente sensibili a qualunque tipo di stimolo, e proprio per questo motivo evitano le relazioni più profonde.

Nello stesso tempo  però, nel momento in cui questo disturbo si presenta in forma lieve, dona al soggetto una notevole dose di creatività. Il soggetto appare meno legato (quando non in aperto contrasto) con i gusti e le idee della società in cui vive e riesce senza paura ad esprimere il proprio originale punto di vista tramite opere d’arte; molti artisti dimostrano aspetti di anticonvenzionalità che derivano dagli aspetti schizoidi della personalità.

Inoltre le persone con tratti caratteriali schizoidi sono capaci di una sollecitudine verso gli altri che supera di gran lunga la media.

 

Dinamiche

Il problema di fondo pare essere legato alla grande “fame” di affetto che rimane inespressa a causa della paura di danneggiare gli altri; chi presenta un disturbo schizoide prova un angosciante conflitto dentro se stesso; desidera stabilire delle relazioni con gli altri  ma teme che questo suo bisogno possa disturbare le altre persone oppure di essere rifiutato. Viene poi da sè che qualunque esperienza di rapporto è vista come potenzialmente pericolosa e quindi spaventosa.

Un ulteriore aspetto può essere rappresentato dalla proiezione di questi aspetti di avidità affettiva verso gli altri; a questo punto l’individuo non ha più la sensazione (inconscia) di essere potenzialmente distruttivo ma inizia a vedere il mondo intorno a sè come avido e soffocante, pieno di minacce contro la sua sicurezza ed invadente tanto da fargli correre il rischio di perdere la sua stessa personalità.

Da ciò deriva la scelta del ritiro dalle relazioni, e da qui deriva anche l’incongruenza tra un mondo interno sensibile e bisognoso e un’apparenza di autosufficienza e distanza; il problema è che a questo punto la persona si sente profondamente inautentica e quindi ancora meno accettabile dagli altri.

 

Origini

Alla base delle caratteristiche schizoidi sembrano esserci delle relazioni con i genitori improntate all’invadenza ed all’eccessivo coinvolgimento affettivo con il figlio.

Altro aspetto dell’educazione è rappresentato dalla presenza di messaggi ambivalenti non solo a livello affettivo ma anche verbale, tanto nella relazione con i suoi genitori quanto nella relazione di coppia (es. La negazione da parte di un genitore del fatto che il vissuto di coppia è distruttivo oppure le incongruenze fra ciò che viene detto al bambino e quello che invece si esprime col linguaggio non verbale e che appare completamente in contrasto).

Alla luce di questo si  può comprendere come il conflitto di base della personalità schizoide riguardi la mancanza di equilibrio fra vicinanza e distanza, tra odio e amore, tra ciò che viene detto e ciò che viene attuato; l’attaccamento con le figure di riferimento risulta piuttosto ambivalente.

A questo si può aggiungere che la percezione di non autenticità provoca un vissuto di deprivazione affettiva; a questo punto nel momento in cui ci si sente soli e deprivati e gli unici punti di riferimento (I genitori) appaino non comprensivi delle reali necessità del bambino e anche intrusivi appare inevitabile che si crei una sensazione di conflitto fra desiderio ed evitamento delle relazioni e tra I sentimenti di vicinanza e di distacco.


Torna a Disturbi di Personalità


Torna a Psicopatologia dell'adulto


Torna alla Home


Per segnalare questa pagina ad un amico clicca sul simbolo giallo

Tell a Friend


Home
Dott. Mancinelli
Contatti
Trattamento
Benessere
Bambino
Adolescente
Adulto
Genitori
Sand Play Therapy
Mini-Test
Domande
Articoli
 
Site Map