Vengono svolte sedute di gioco, attraverso le quali i bambini possono accedere ad un'area intermedia tra il mondo interno ed il mondo esterno; in questo modo il gioco diventa espressione di ciò che si muove nell'anima del bambino e nell'essere rappresentato viene anche integrato; il gioco ha una funzione terapeutica nel momento in cui tramite il “come se” il bambino può imparare a superare le situazioni di disagio.

 

 La dimensione del gioco è uno degli strumenti più adatti per dare forma e spazio a tutto ciò che non ha parole per emergere alla coscienza.

Le esperienze di disagio creano nel bambino emozioni che non possono ancora essere elaborate dalla mente razionale che non è abbastanza matura per inserirle in schemi di riferimento adulti, devono quindi essere scisse dalle esperienze di tutti  i giorni e finiscono per organizzarsi ad un livello non linguistico, sotto forma di sensazioni corporee, comportamenti inconsapevoli; a questo punto non è più possibile esprimere le emozioni a parole ed è per questo che diventa fondamentale il gioco; manipolando gli oggetti il bambino può rappresentare i suoi vissuti interni e nella fantasia può cambiare la propria realtà fino a creare una trasformazione del dolore ed una sua evoluzione; tramite il gioco che si pone fra fantasia e realtà il bambino può ristrutturare le esperienze fonte di disagio ed integrarle fino a sbloccarsi e riprendere il normale sviluppo.


Home

ADOLESCENTE

ADULTO

GENITORI

SAND PLAY THERAPY


Vai a PSICOLOGIA DEL BAMBINO

 

 


Home
Dott. Mancinelli
Contatti
Trattamento
Benessere
Bambino
Adolescente
Adulto
Genitori
Sand Play Therapy
Mini-Test
Domande
Articoli

Riceve presso lo Studio di
Civitanova Marche
V. C. Colombo 206

Recanati
Via Giunchi 47

cell. 333 6834905









Site Map